La presente edizione è adatta per browser con un supporto CSS insufficiente e destinata soprattutto alle persone ipovedenti. Tutti i contenuti sono visualizzabili anche con browser più vecchi. Per una migliore visualizzazione grafica si raccomanda tuttavia l'uso di un bro

Inizio selezione lingua

Inizio zona contenuto

Inizio navigatore

Fine navigatore



News 2015


La professoressa Nancy J. Scott, una delle massime esperte americane di Vincenzo Vela, racconta come è stata immediatamente conquistata dagli ideali e dalle opere dello scultore.

In attesa dell'apertura della mostra prevista per il 23 aprile, abbiamo pensato di mantenere vivo il rapporto con il pubblico accompagnandovi in un viaggio virtuale alla scoperta di alcune opere dell'artista che inaugurerà la riapertura del Museo: Marcello, Adèle d'Affry (1836-1879) duchessa di Castiglione Colonna.

Gioacchino Rossini, amico intimo di Marcello, è l’autore della versione più nota del «Barbiere di Siviglia». Nel 1869 la scultrice dedica alla protagonista dell’opera una statuetta in terracotta dalle forme seducenti.

Grande appassionata di musica, la scultrice Marcello incontrò l’eclettico musicista ungherese Franz Liszt a Roma. Sua ammiratrice (corrisposta), nel 1869 lo raffigura a braccia conserte e gambe incrociate, letteralmente assorbito nei suoi pensieri.

Per la rubrica «Le génie n'a pas de sexe», questa settimana abbiamo scelto per voi un affascinante ritratto: quello dell’imperatrice Eugenia, sposa di Napoleone III, che Marcello conobbe personalmente.


Per la rubrica «Le génie n'a pas de sexe», questa settimana vi proponiamo lo stupendo busto dal titolo «La Gorgone», scultura presentata da Marcello al Salon di Parigi del 1865.

Per la rubrica «Le génie n'a pas de sexe», questa settimana vi presentiamo il meraviglioso busto raffigurante Bianca Cappello, granduchessa di Toscana. Presentata da Marcello al Salon di Parigi del 1863, ottenne un successo straordinario ma venne ignorata dalla giuria.

Per la rubrica «Le génie n'a pas de sexe», questa settimana vi proponiamo la splendida statuetta raffigurante Elena di Sparta. Nel 1860, Marcello firmò con Ferdinand Barbedienne (fondatore e direttore della più importante manifattura di bronzi d'arte di Parigi) un contratto per la riproduzione in bronzo della «Bella Elena», dando così avvio alla sua carriera di scultrice professionista.



Fine zona contenuto

Ricerca nel Museo Vela




Dipartimento federale dell'interno DFI - Ufficio federale della cultura UFC
http://www.bundesmuseen.ch/museo_vela/00281/00381/01598/index.html?lang=it